Dettaglio contenuto Dettaglio contenuto

Il Veneto per l'Ucraina

Raccolta fondi per l'assistenza ai profughi. Pubblicato modulo per offrire ospitalità, lavoro e aiuto ai profughi in arrivo in Veneto. Online le disposizioni urgenti relative all'emergenza e le indicazioni sanitarie per l'assistenza alle persone provenienti dall'Ucraina.

La Regione del Veneto ha aperto un conto corrente di solidarietà su cui far confluire offerte e donazioni per l’assistenza ai profughi civili dell’Ucraina che stanno giungendo in Veneto.

Queste le coordinate:
Conto corrente intestato a REGIONE DEL VENETO
Causale SOSTEGNO EMERGENZA UCRAINA
Iban IT65G0200802017000106358023
Bic/swift UNCRITM1VF2

Si consiglia di conservare la ricevuta di bonifico, poiché ogni versamento gode di detraibilità IRPEF e deducibilità IRES come previsto per le erogazioni liberali in denaro in favore delle popolazioni colpite da calamità pubbliche o da altri eventi straordinari, anche se avvenuti in altri Stati, effettuate tramite ONLUS, amministrazioni pubbliche statali, regionali e locali, associazioni sindacali etc. 
 

Per informazioni sulle donazioni ricevute per l’assistenza ai profughi civili dell’Ucraina, visitare la pagina: Donazioni per l'Ucraina

 

Per segnalare le offerte di aiuto in favore della popolazione ucraina si prega di compilare il questionario #OffroAiuto predisposto dal Dipartimento della Protezione Civile.

Le offerte pervenute vengono raccolte, organizzate e condivise con le Prefetture, Province e Comuni al fine di favorire l'incrocio tra domanda ed offerta nell'ambito del sistema di accoglienza che vede coinvolte prioritariamente le Prefetture con il supporto delle strutture di Protezione Civile. La trasmissione dell'offerta corrisponde ad una presa in carico della stessa, gli interessati verranno successivamente contattati nel momento in cui si concretizzi la necessità di un effettivo utilizzo. Il link è : https://offroaiuto.protezionecivile.it/#/

 

Per approfondimenti:

 Prime indicazioni sanitarie per l'assistenza alle persone provenienti dall'Ucraina  

La Regione del Veneto ha fornito le prime indicazioni alle Aziende Sanitarie ULSS territorialmente competenti al fine di fornire una presa in carico sanitaria per le persone provenienti dall’Ucraina. 

Nello specifico le indicazioni per le persone provenienti dall’Ucraina nel contesto della crisi internazionale prevedono:

  • test antigenico rapido obbligatorio entro le 24 h dall'arrivo, indipendentemente dallo status vaccinale e alla comparsa di sintomi
  • Auto-sorveglianza obbligatoria nei 5 giorni successivi al test, con obbligo di indossare mascherina di tipo FFP2
  • verifica della situazione vaccinale raccomandata in base all’età (es. COVID19, difterite, poliomielite, morbillo, tetano) con particolare attenzione per i bambini

In riferimento a quesiti circa le modalità di presa in carico per le misure sanitarie previste relative al COVID-19 (es. tampone e vaccinazione) invitiamo a prendere contatto con i Dipartimenti di Prevenzione delle ULSS, di cui si riportano di seguito i contatti.

Carta dei Servizi. Accoglienza e assistenza ai rifugiati: tutte le informazioni. Revisione del 11/04/2022
Карта Послуг. Прийом та допомога біженцям: вся інформація. 

Riferimenti Nazionali: 

Online una scheda con le informazioni utili per i cittadini ucraini in arrivo in Italia a cura del Dipartimento della Protezione Civile

Ministero della Salute: Informazioni utili per l'assistenza sanitaria alla popolazione in arrivo dall’Ucraina

 

Provvedimenti

- Provvedimenti statali e Provvedimenti dei Commissario delegato / Soggetti attuatori

 

* Fotografia di Sebastiano Mescolotto

Abbraccio

Redazione a cura della Direzione Comunicazione e Informazione - Ufficio Coordinamento Internet
Data ultimo aggiornamento: 19 maggio 2022