Dettaglio contenuto Dettaglio contenuto

Il progetto SHELTER e le opportunità di riqualificazione per gli edifici rurali della montagna veneta

I prossimi anni offriranno opportunità significative per gli interventi di rigenerazione del patrimonio edilizio rurale della montagna veneta: alle politiche d’indirizzo e di sostegno per questi interventi è dedicato l’impegno del progetto europeo SHELTER (Programma di cooperazione Interreg Italia-Austria)

I prossimi anni offriranno opportunità significative per gli interventi di rigenerazione del patrimonio edilizio rurale della montagna veneta: alle politiche d’indirizzo e di sostegno per questi interventi è dedicato l’impegno del progetto europeo SHELTER (Programma di cooperazione Interreg Italia-Austria). In questi giorni la Direzione Pianificazione Territoriale, capofila del progetto, ha avviato una ricognizione delle diverse misure e azioni che il governo regionale ha attivato nel corso degli anni per il recupero del patrimonio edilizio rurale montano. Questo lavoro di sintesi porterà a una pubblicazione, una sorta di “vademecum”, per fornire informazioni alle amministrazioni locali, ai professionisti e ai proprietari degli immobili, utili al fine di conoscere le possibilità di utilizzo ed accedere alle misure di supporto disponibili a livello regionale e nazionale, oggi numerose e fra le quali non è sempre facile orientarsi.
Accanto a questa attività, il progetto SHELTER sta portando avanti un lavoro di studio sulle soluzioni costruttive e sugli indicatori di valutazione degli interventi con l’istituto di ricerca EURAC (BZ), insieme ad alcuni interventi di riqualificazione di edifici esemplari nei Comuni di Val di Zoldo (BL) e di Valbrenta (VI), nel Comune di Anras (Tirolo) e nel Comune di Rasun-Anterselva con l’associazione Plattform Land (BZ). Attraverso questo complesso di attività, il progetto SHELTER intende identificare e sperimentare i diversi strumenti, sia tecnici che finanziari, oggi a disposizione di tutti coloro che, pubblici o privati, sono interessati a cogliere le opportunità per riqualificare il patrimonio edilizio rurale della montagna.

Nell’ambito regionale, il lavoro di ricognizione e comunicazione sarà organizzato secondo i possibili utilizzi degli edifici: da quello residenziale a quello ricettivo, da quello agricolo alle tante forme intermedie (agriturismo, fattoria didattica, ecc.). Per ciascuna di queste destinazioni d’uso si identificheranno, insieme alle Direzioni competenti e a tecnici esperti, il quadro normativo e le politiche di supporto che possono essere attivate, cercando di presentarli in modo chiaro e sintetico e offrendo così uno strumento operativo per i prossimi anni.

Per maggiori informazioni è possibile visitare il sito web e la pagina facebook del progetto:
- https://interreg-shelter.eu/
- https://www.regione.veneto.it/web/ambiente-e-territorio/shelter
- https://www.facebook.com/interreg.shelter

Oppure contattare direttamente i responsabili:

- Luca Lodatti: interreg.shelter@gmail.com
- Claudio Perin: claudio.perin@regione.veneto.it

I prossimi anni offriranno opportunità significative per gli interventi di rigenerazione del patrimonio edilizio rurale della montagna veneta: alle politiche d’indirizzo e di sostegno per questi interventi è dedicato l’impegno del progetto europeo SHELTER (Programma di cooperazione Interreg Italia-Austria)


Riferimento uffici
Direzione Pianificazione Territoriale
tel : 041 279.2561-2139
fax: 041 2792383
email

Redazione a cura dell'Unità organizzativa Comunicazione e Informazione - Posizione organizzativa Coordinamento Internet
Data ultimo aggiornamento: 29 marzo 2021